Caso studio: Casino Cappuccilli

RIPABOTTONI, CAMPOBASSO (IT)

Il Casino Cappuccilli e una costruzione che nasce come antica dimora di caccia nel XVIII secolo. Viene ampliata tra la fine dell’Ottocento e i primi decenni del Novecento. L’edificio è un tutt’uno con: un giardino realizzato con piante rare tra cui una sequoia e due imponenti muretti a secco e rappresenta un esempio di architettura rurale molisana. L’edificio e il giardino sono stati oggetto di recente risanamento conservativo senza tralasciare gli aspetti di efficientamento energetico.

Le procedure per il consolidamento strutturale e la conservazione delle partiture architettoniche hanno riguardato pulitura e stilatura delle pietre, il rifacimento del tetto, il restauro degli intonaci e dei serramenti. Il risanamento energetico ha riguardato un ammodernamento degli impianti in linea con le direttive del risparmio energetico: si è installata una centralina fotovoltaica per la produzione di energia e una caldaia a biomasse con boiler per il riscaldamento dell’edificio. Il sistema fotovoltaico è stato installato su una pensilina appositamente costruita e disposta ai confini del giardino storico. La sua potenza nominale è di 6 KW. L’energia prodotta è interamente utilizzata per provvedere ai bisogni energetici dell’edificio.

Dettaglio qui

Foto di Patrizia Trivisonno