Caso studio: Castello di Doragno

  • Categoria dell'articolo:Casi studio

Rovio, Ticino (CH)

Il castello di Doragno fu costruito all’inizio del XII secolo. Nei primi anni Novanta è stato trasformato e ampliato per creare una residenza privata. Un recente intervento di restauro conservativo ha recuperato parte antica esaltando la differenza tra la parte medievale originaria e gli interventi recenti. Le parti aggiunte al complesso sono state realizzate in acciaio e vetro e sono riconoscibili come un’aggiunta contemporanea. Il dialogo dell’edificio con il paesaggio circostante è stato di grande importanza durante la fase di progettazione. Il tetto nero opaco scompare nell’oscura vegetazione del bosco, rispettando i valori dell’edificio originario.

L’impianto fotovoltaico e l’impianto solare termico sono stati completamente integrati nelle falde del tetto. L’impianto fotovoltaico è composto da 67 moduli con superficie esterna opaca con la stessa finitura estetica dei pannelli di copertura che non producono energia. L’impianto fotovoltaico produce 14400 kWh all’anno in media coprendo il fabbisogno annuale di riscaldamento e raffrescamento del castello. In questo modo l’impianto fotovoltaico non è un elemento estraneo all’edificio, ma si integra perfettamente con il tetto dal punto di vista estetico, energetico e di integrazione tecnologica.

Dettaglio qui

Foto di DeltaZERO architetti