The project is carried out by EURAC Research (Italian project leader) and by the University of Applied Sciences of Italian Switzerland - SUPSI (Swiss project leader), and the Lombardy Region. A wide partnership of excellence, quality and innovation in the industrial sector in the Canton of Ticino completes the network, linking to the photovoltaic supply chain with companies such as SUNAGE and Solar Retrofit and with regional institutions such as the TicinoEnergia Association, that works in support of energy policy making, operating in the energy efficiency and renewable energy sectors.

IL PROGETTO IN SINTESI

Il progetto BIPV MEETS HISTORY mira a creare nuove prospettive di business nei territori transfrontalieri IT-CH per la filiera della tecnologia fotovoltaica integrata (BIPV) applicata al patrimonio edilizio di pregio e al paesaggio.

  • La filiera sarà basata sulla complementarità di expertise tra pubblica amministrazione, ricerca e aziende dei settori della costruzione e del fotovoltaico, al fine di aprire un mercato che porterà benefici economici e produttivi ai diversi attori coinvolti
  • L’analisi del contesto legislativo, normativo e procedurale permetterà di individuare analogie e differenze tra IT e CH, al fine di coordinare i criteri operativi e attuativi
  • La stima del potenziale solare dell’area consentirà  di individuare le reali possibilità di sviluppo di questo mercato
  • Il coinvolgimento di tutti gli stakeholders servirà ad aumentare la conoscenza e a rimuovere gli ostacoli che rallentano la diffusione delle tecnologie BIPV
  • Criteri guida, strumenti e casi studio esemplari di edifici e prodotti saranno condivisi per favorire la diffusione del BIPV
  • Modelli di business e meccanismi finanziari saranno sviluppati per tutti gli stakeholders al fine di rafforzare la competitività, la capacità di innovazione e sostenibilità delle imprese e superare le barriere legate alla bancabilità dei progetti
  • Attività di formazione e informazione saranno realizzate per migliorare il trasferimento tecnologico e culturale su tutta la catena del valore.
LE AZIONI IN PROGETTO
  1. COORDINAMENTO E GESTIONE Il coordinamento di tutte le attività di progetto mira ad assicurare la produzione di elaborati di qualità, adeguati meccanismi di concertazione tra i partners e il rispetto delle scadenze tecniche e finanziarie comprese. Queste attività si svolgeranno in WP1.
  2. COMUNICAZIONE La  comunicazione è ritenuta strategica per creare un “sistema di disseminazione coordinato” dei risultati del progetto e coprirà uno spettro molto ampio, che comprende la definizione della strategia comunicativa e dell’identità visiva, la realizzazione di eventi pubblici (infoday, partecipazione a fiere e conferenze), la pubblicazione di articoli scientifici e la formazione universitaria e post-laurea per pubbliche amministrazioni, professionisti e aziende. Queste attività si svolgeranno in WP2.
  3. POTENZIALE BIPV E DRIVERS DI SVILUPPO Barriere e potenzialità tecniche, economiche, legislative e attuative di diffusione del BIPV in contesti di pregio saranno indagate attraverso un survey rivolta ai diversi stakeholders. I risultati saranno discussi in appositi eventi di scambio (aperitivi informativi, briefing sessions, tavoli di lavoro), per individuare i potenziali drivers di sviluppo dell’area. Sarà inoltre proposta metodologia di valutazione delle potenzialità di diffusione del BIPV in un’area significativa del territorio transfrontaliero. Queste attività si svolgeranno in WP3.
  4. PROMOZIONE DELL’INNOVAZIONE DEL BIPV Saranno sviluppati una serie di materiali per favorire la conoscenza, la diffusione e l’utilizzo di tecnologie BIPV in contesti di pregio, quali una piattaforma di tecnologie ed esempi di buone pratiche, criteri e linee guida operative. Le linee guida saranno applicate in Regione Lombardia per essere validate su un caso concreto. Queste attività si svolgeranno in WP4.
  5. MODELLI DI BUSINESS E MECCANISMI FINANZIARI Lo sviluppo di questi modelli mira a proporre soluzioni innovative per consentire l'esecuzione di impianti BIPV a un costo favorevole e con garanzie di qualità e sicurezza. La valutazione della fattibilità economica di un progetto andrà oltre i classici parametri (payback-time, internal rate of return, NPV), quantificando il valore aggiuntivo in termini di prestigio, qualità del costruito e co-benefits. Queste attività si svolgeranno in WP5.
GRUPPI DI TARGET

Gli attori necessari per stimolare l’inserimento di sistemi BIPV in contesti di pregio coinvolge i seguenti gruppi di target:

  • realizzatori interessati ad aprire nuovi mercati di business (produttori e installatori di componenti edili, sistemi BIPV e di involucro, , aziende del settore energetico, artigiani, associazioni di categoria legati al solare, al restauro e all’efficienza energetica)
  • policy makers interessati ad avere criteri di supporto alla valutazione/autorizzazione dei progetti
  • progettisti interessati ad avere tools, strumenti operativi e criteri pratici;
  • ricerca e sviluppo interessata a condividere le esperienze di ricerca e a sviluppare attività formative e informative (università, enti di ricerca, R&D aziendali)
  • sviluppatori interessati a conoscere l’intero processo realizzativo (investitori e istituti bancari, gestori immobiliari e dell’energia)
  • utenti finali interessati a valutare l’effettiva convenienza dei sistemi BIPV (proprietari, committenti).

Il progetto viene realizzato da EURAC Research (capofila italiano) e dalla Scuola Universitaria Professionale della Svizzera Italiana - SUPSI (capofila svizzero), Regione Lombardia. Completano un'ampia partnership di eccellenza, qualità e innovazione nel settore industriale nell’area del Canton Ticino, legata alla catena di fornitura fotovoltaica con aziende come SUNAGE Solar Retrofit e con istituzioni regionali come l'Associazione TicinoEnergia che lavora a sostegno della politica energetica cantonale, operando nei settori dell'efficienza energetica e delle energie rinnovabili.